La liposuzione, o lipoaspirazione, è una delle tante possibili soluzioni a cui potresti aver pensato quando ti guardi allo specchio e ti vedi grassa.

 

Ascoltando le storie di tante donne, ma anche tanti uomini, mi rendo conto che questo pensiero ha attraversato almeno una volta la mente di tutti coloro che vedono il loro corpo non allineato con il proprio ideale.

 

Come vedi, non ho scritto che si tratta di persone necessariamente grasse, visto che spesso il concetto di grasso o magro è relativo al modo in cui ciascuno di noi si percepisce.

 

Ma esattamente, a chi può essere di aiuto la liposuzione?

Quali sono le caratteristiche che ti possono rendere una candidata ideale?

Quali sono le azioni da compiere per fare una scelta sicura ed efficace?

 

Seguimi, andiamo con ordine e facciamo chiarezza.

 

Che cos’è esattamente la liposuzione?

La sentirai chiamare liposuzione o lipoaspirazione, ma anche liposcultura (termine di più recente uso e riferito alla ridefinizione della linea corporea).

Si tratta in ogni caso di un intervento chirurgico volto alla rimozione di accumuli di grasso localizzati in aree ben specifiche del corpo.

L’operazione avviene attraverso l’utilizzo di cannule sottili che rimuovono un certo numero di cellule adipose, per un totale massimo variabile e dipendente dalle aree interessate.

Se si parla di aree estese – cosce e zona trocanterica, o intervento multiplo su parti alte come le braccia e basse come l’interno coscia – solitamente non vengono superati i 5 kg per questioni di sicurezza.

Può essere effettuata in anestesia locale o totale a seconda delle condizioni del paziente e della complessità dell’intervento.

Il prezzo è assolutamente variabile e dipende, anche in questo caso, dal livello di complessità, dalla durata e dal chirurgo prescelto.

 

Sei il soggetto ideale per una liposuzione?

Sei una candidata perfetta per la liposuzione se:

  1. sei normopeso, ovvero il tuo peso corporeo non supera del 10% il suo peso ideale;
  2. hai un corpo globalmente armonico;
  3. hai già adottato abitudini alimentari adeguate al tuo obiettivo;
  4. svolgi regolarmente un’attività fisica strutturata e mirata;
  5. date le premesse 1-2-3-4, nel tuo corpo sono presenti zone ben precise nelle quali si evidenzia un fastidioso accumulo adiposo che non subisce variazione nonostante il tuo stile di vita perfetto.

 

Un esempio molto chiaro riguarda le donne che hanno le cosiddette culotte de cheval.

Culotte de cheval

Il più delle volte si tratta di donne magre e longilinee, che presentano nella zona laterale del gluteo-fianco e nella parte superiore della coscia  (zona trocanterica) una sorta di cuscinetto cuneiforme che rende la loro silhouette meno armonica ed elegante.

In un corpo del genere le altre aree sono omogenee e rispettano una linea compatta, ma questo dettaglio “stona” in modo significativo ed effettivamente non coincide con la globale composizione corporea.

 

A chi è fortemente sconsigliata la liposuzione?

La liposuzione non fa per te se:

1. sei sovrappeso di 10 o più chili.

Se superi di parecchio il tuo peso ideale, o quello che viene ritenuto un “valore normopeso”, devi PRIMA dimagrire e vedere che aspetto hai dopo aver raggiunto una condizione adatta alla tua struttura.
Lo so: stare a dieta sembra più impegnativo che rimuovere chirurgicamente il grasso, ma nessun intervento può sostituirsi ad un’alimentazione adeguata.

Nel caso del grasso localizzato, la parola “localizzato” ti aiuta a capire che, se il grasso è “localizzato su tutto il corpo”, non è localizzato ma distribuito!!!

Una volta raggiunto un peso ottimale, potrai vedere se effettivamente persistono aree problematiche su cui focalizzare la tua attenzione.

 

2. hai uno stile di vita poco attento all’alimentazione e all’attività fisica.

Se, oltre ad essere sovrappeso, non hai ancora instaurato uno stile di vita sano, che include attività fisica ed eventualmente movimento mirato alle tue necessità, questo è un altro passo da fare molto prima di pensare alla chirurgia.

Come vedi in questa testimonianza (in particolare dal minuto 5 in poi), la persona che si è rivolta a me anche per prepararsi al proprio intervento di liposuzione ha finito per raggiungere il proprio obiettivo senza chirurgia.

Chiediti se hai già fatto cose diverse, per raggiungere risultati diversi.

Introdurre attività fisica in una vita sedentaria è qualcosa, introdurre un’attività fisica mirata, studiata esattamente per risolvere i tuoi problemi, potrebbe essere la strada giusta, potrebbe portarti, come nel caso di questa donna, i risultati che nemmeno immagini di poter conseguire.

 

3. soffri di disturbi del comportamento alimentare di qualsiasi tipo
    • anoressia – non mangi e hai paura del cibo;

 

    • bulimia – mangi senza controllo poi ti induci il vomito o fai uso di diuretici e purganti, utilizzi l’attività fisica come ossessivo strumento di consumo calorico;

 

  • binge – hai un rapporto ossessivo e discontinuo col cibo – lo usi come gratificazione estrema abbuffandoti saltuariamente, mangi di continuo fuori pasto, mangi per noia o per tristezza e non ne sei consapevole.

In tutti questi casi, l’aspettativa che potresti riporre nell’intervento non sarebbe matura.

In particolare, ridurre il grasso localizzato in un’area ma continuare a mangiare in modo compulsivo non ti permetterà di conservare i risultati dell’intervento stesso.

 

4. hai un corpo snello, un’area critica con cuscinetti e tessuti poco tonici, non hai mai fatto nessun tipo di attività di forza.

Tradotto in semplicese, stai facendo una diagnosi scorretta del problema. La vera ragione per cui il tuo corpo è disarmonico risiede quasi certamente nell’assenza di tono.

Come spiego in questo articolo, la falsa cellulite è uno dei nemici giurati da cui dobbiamo guardarci.

Identificare la presenza di grasso o di cellulite in un tessuto lasso (e per questo soggetto ad un volume improprio) è una cosa molto comune.

Nel 90% dei casi aumentare il tono e la compattezza di quei tessuti determina un cambio delle forme, un riempimento del tessuto e una diminuzione degli avvallamenti che vengono scambiati per “buchi” della cellulite.

Sviluppare la tua muscolatura porterà due grandi vantaggi:

    • cambierà la tua composizione corporea globale, e quindi anche quella locale, seppur in una proporzione non prevedibile;

 

  • ti darà la possibilità di vedere un cambiamento morfologico generale, ovvero ridisegnerà la tua linea.

 

Sedere atonico (sx) Vs. Sedere tonico (dx)

 

Questi sono “i miracoli” indotti dai pesi, da tutte le resistenze che producono sollecitazione muscolare: manubri, bilancieri, elastici, trx, kettlebell, persino il tuo corpo, che spostato nello spazio produce sovraccarico.
In tutti questi casi, fare esercizio significa attivare i muscoli e cambiare la forma del corpo.

 

In che aree puoi fare la liposuzione?

Ci sono aree del corpo che si prestano meglio di altre ad  un intervento di liposuzione, mentre altre che sono più a rischio risultato.

 

Aree ottimali:
    • cuscinetti collocati nella zona interna al ginocchio;

 

    • rotolini presenti nella zona lombare (“fianco posteriore”);

 

    • accumuli di grasso nella zona posteriore alta delle braccia, dove si trova il muscolo tricipite (foto);

 

    • esterno coscia (culotte de chaval);

 

    • interno coscia (foto);

 

  • una combinazione delle aree presenti negli arti inferiori (foto).

 

Lipo tricipite: dopo e prima

Lipo interno coscia

Lipo cosce

 

Aree delicate da valutare caso per caso:
  • caviglie grosse – compatibilmente con la struttura ossea, sarà possibile fare un intervento estremamente preciso di liposuzione in modo da evidenziare la presenza del tendine d’Achille e slanciare in questo modo l’immagine della gamba, del polpaccio e della caviglia. Spesso l’intervento alla caviglia richiede una liposcultura, ovvero il coinvolgimento di aree che non sono richieste dal soggetto ma che è necessario coinvolgere per la globale armonia del risultato. In questa foto per evidenziare la caviglia è stata ritoccata la zona dell’interno del ginocchio e l’effetto finale è quello voluto, nel rispetto della struttura ossea data.

Lipo caviglie

  • un sedere molto prosperoso – non sarà possibile intervenire direttamente sul gluteo, area che va preservata da intervento diretto, ma sarà invece molto indicato lavorare intorno al gluteo, nella zona trocanterica e nella parte superiore alta della coscia, immediatamente sotto il gluteo. Liberare queste zone significa rimodellare la forma di tutto il gluteo ed avere un risultato finale ottimo.

Lipo sedere largo

  • addome,“la pancia”– questo è lo scenario più delicato. La pelle dell’addome è molto soggetta a cambiamenti quando ci sono variazioni di peso, sia che si tratti di una gravidanza o di più gravidanze, sia che si tratti di aumento ponderale seguito da calo. Di conseguenza la pelle di questa zona è sottile e dotata di minore elasticità rispetto ad altre aree del corpo. La liposuzione potrebbe non risultare soddisfacente rispetto all’aspettativa di chi la sceglie. Per avere un risultato compatibile con l’ideale del paziente – spesso molto alto – potrebbe essere opportuno associare alla lipoaspirazione, una piccola addominoplastica. In questo modo si elimina il tessuto in eccesso e si rende la pelle più compatta sul muscolo. Quando la liposuzione avviene su tessuti che hanno perso elasticità l’effetto finale è spiacevole e molto lontano da quello desiderato.

Lipo addome

 

Perché scegliere la liposuzione?

A questo punto potrebbe già esserti chiaro, ma è meglio metterlo per iscritto.

Scegliere la liposuzione è assolutamente utile e sensato se hai già provato altre strade, con costanza e dedizione, ma hai raggiunto il “limite di migliorabilità”.

Hai già fatto tutto ciò che andava fatto per modificare una caratteristica che vuoi cambiare, per cui ora devi passare ad un livello superiore.

 

Attenzione, non esiste solo la liposuzione tra i livelli superiori esplorabili!

 

Uno di questi potrebbe anche essere quello di rinegoziare l’ideale che hai nella tua mente. L’addome a scacchi o il gluteo sottoscapolare che vedi in tante foto su Instagram potrebbero non esistere.

L’esistenza Photoshop e di numerosi filtri ha completamente sfasato la nostra percezione del reale e del possibile. Ha alterato fortemente la nostra capacità di valutare con obiettività le nostre possibilità di miglioramento, soprattutto a livello estetico.

Non ti sto dicendo che ti devi rassegnare ad avere i fianconi o la panciona, ti sto dicendo che c’è la possibilità che TU, per le tue caratteristiche emozionali, lo stile di vita che puoi mantenere a lungo termine, e solo in ultimis per la tua genetica, non sia la persona che potrà mai avere l’addome a scacchi o il gluteo sottoscapolare.

Il più delle volte, le immagini che guardi appartengono a persone che, oltre a mostrarti foto ritoccate, fanno una vita molto diversa dalla tua:  eventualmente assumono persino sostanze illecite per combattere la biologia e le caratteristiche che ci rendono esseri umani.

Per cui, parti chiedendoti se il modello che hai nella TUA mente sia conciliabile con chi sei TU.

 

Il livello della lipoaspirazione è una scelta ideale se, come ti ho detto, hai già uno stile di vita ed un comportamento sportivo indirizzati a migliorare la tua genetica …ma nonostante anni (esatto, non mesi, anni!) di applicazione i risultati non arrivano.

In realtà, mi permetto di aggiungere che forse dovresti provare ad avere lo stesso paradigma comportamentale, ma cambiare comunque altre variabili.

Quali?

    • assicurarti di essere realmente il peso forma che la tua struttura esige;

 

  • avere la certezza di seguire un allenamento che davvero ti serva per il tuo obiettivo.

 

Un’altra cosa molto importante.

 

Fai bene a scegliere la liposuzione se NON riponi in questo intervento la svolta della tua vita.

Se stai vivendo questo cambiamento come la cosa che trasformerà la tua esistenza da infelice a felice, ti consiglio di pensare prima a un percorso di altro tipo.
Analizza con un aiuto esterno (psicoterapeuta, coach, counselor) le ragioni per cui la tua mente connette il tuo valore a una parte del tuo corpo: sarà molto importante.

Cambierà tante cose, oltre alla percezione del cuscinetto di grasso.

 

In che momento fare la liposuzione?

Necessariamente dopo avere preparato per bene il tuo corpo a questo evento.

Come hai capito, mi riferisco ad un periodo di almeno due mesi in cui avrai mangiato nel miglior modo possibile, e in cui ti sarai allenata per tonificare sia la muscolatura sottostante la zona da operare, sia le altre aree del corpo.

Ricordati che cambiare l’aspetto globale del tuo corpo significa anche cambiare l’immagine dell’area  localizzata che in questo momento ti disturba tanto, e che risulta così evidente ai tuoi occhi.

 

Da un punto di vista prettamente stagionale, i dottori suggeriscono le stagioni meno calde. L’intervento richiede un periodo di convalescenza nel quale dovrai indossare una contenzione, un abbigliamento poco in sintonia con le temperature estive.

Se le aree sono estese e riguardano più punti della parte inferiore del corpo, viene consigliata una guaina specifica.

Se le aree sono più piccole (braccia, caviglie) è possibile che venga usato un dispositivo a compressione analogo alla guaina, ma decisamente ridotto e meno scomodo.

 

Che convalescenza ti aspetta dopo una liposuzione?

I tempi sono abbastanza variabili, dipendenti dalle tue caratteristiche e dalla condizione di partenza che hai presentato al momento dell’intervento, oltre che dalla quantità di grasso che è stata asportata.

Normalmente si tratta di  15 – 30 giorni, tempo nel quale ti verrà suggerito di non svolgere attività specifiche pesanti, ma di andare progressivamente verso la riconquista di abitudine attive.

Dopo i primi 2 giorni, nei quali ti sarà suggerito di muoverti poco, potrai cominciare a fare una vita normale.

Viene spesso consigliato di associare a questo periodo di convalescenza una serie di massaggi linfodrenanti che aiutano il riassorbimento dell’edema e dei liquidi che inizialmente saranno presenti nell’area operata.
Quando ti vedrai progressivamente più sgonfia potrai riprendere una blanda attività fisica, per poi cominciare gradualmente a fare un lavoro via via più specifico.

 

Immagino tu ti stia chiedendo quando toglierai la guaina vero?

🙂

Anche questo dipende da te e da quanto grasso è stato tolto.

Per aree di piccolo conto si parla di 15 giorni, per aree estese o interventi su aree multiple (ad esempio cosce – ginocchio – interno coscia), si potrebbe arrivare anche a 30 giorni.
Potrai comunque svolgere
attività fisica anche indossando la tua guaina, avendo premura di lavarla dopo ogni sessione di allenamento.

Sarebbe meglio toglierla solo la sera, prima di andare a dormire.

Esempio di guaina post liposuzione

Io suggerisco sempre alle mie clienti di comprare due guaine da alternare, soprattutto se sono persone già orientate a svolgere attività sportiva il prima possibile.

 

Come sarai subito dopo l’intervento di liposuzione?

Questo è un tasto molto delicato.

È importante che tu venga informata dal chirurgo e/o dalle persone che si coordinano con lui, ad esempio chi segue i tuoi allenamenti, che i giorni immediatamente successivi la tua liposuzione l tuo aspetto non sarà subito migliore, ma inizialmente peggiore.

Le aree che sono state operate saranno molto gonfie, ci saranno ematomi più o meno grandi, talvolta dolorosi, per i quali viene suggerito l’utilizzo di un antinfiammatorio globale. Talvolta vengono suggerite pomate da dare localmente, per favorire il riassorbimento più veloce dell’ edema. In ogni caso, devi essere preparata a vederti inizialmente meno bella di quello che immaginavi.

Però si tratterà dell’inizio di un processo che porterà grandi soddisfazioni! Nell’arco di una settimana o due il gonfiore svanirà e comincerai a vedere la nuova forma del tuo corpo.

 

Come scegliere il chirurgo a cui rivolgerti per la tua liposuzione?

Come in ogni altro ambito, anche in quello della chirurgia plastica non tutti i professionisti sono professionali.

Ti suggerisco di chiedere almeno un paio di consulenze e di confrontare ciò che ti è stato detto dalle persone prescelte.

Cosa osservare per dare una valutazione non specialistica ma sensata dei chirurghi cui ti rivolgi?

 

Prima visita

Il chirurgo che ti opererà deve essere una persona capace di vedere innanzitutto cosa provi e perché ti rivolgi a lui. Deve guardare le ragioni emozionali e non solo estetiche che ti portano nel suo studio. Deve raccogliere documentazione sul tuo stato di salute e sottoporre ad esame obiettivo la tua forma fisica.

Se trascura un sovrappeso significativo o la totale assenza di attività motoria nella tua vita, molto probabilmente non è la persona giusta.

E’ invece la persona giusta se arriva persino a sconsigliarti l’intervento.

Fatti  spiegare le ragioni cliniche del suo punto di vista: hai davanti qualcuno che sta mettendo al 2ndo posto il suo mero guadagno ma sta dando prova di affidabilità e professionalità

Salvo casi ben precisi, l’intervento non viene realmente rifiutato, ma solo rimandato: entra in gioco un team di collaboratori che include nel 90% dei casi uno specialista dell’alimentazione ed uno specialista del fitness, volti a preparare l’idoneità del paziente.

Se hai la fortuna di incontrare un professionista meticoloso non fartelo scappare!

So che potrebbe essere molto deludente sentirsi dire “che non sei pronta”, ma sarebbe ben peggio sottoporsi ad un intervento per cui si sono profuse risorse, tempo e aspettative, senza avere gli esiti sperati!

 

Visite pre-operatorie

Prima di intervenire, il chirurgo deve accertarsi che la qualità dei tuoi tessuti possa sostenere un intervento di lipoaspirazione e decidere, di conseguenza, quale quantità di grasso sia ideale asportare.

Se i tuoi tessuti sono molto fragili e poco elastici, è probabile che ti venga suggerito di fare due interventi a distanza di circa sei mesi un anno, per poter rimuovere tutto il grasso che eventualmente è necessario asportare per darti un risultato ottimale.

In questo caso, evita di fare pressione per ottenere in un unico intervento tutto ciò che desideri. Mi rendo conto che stai già pensando ai costi da sostenere per raddoppiare questo investimento, ma ricordati che chi hai davanti sta valutando l’esito finale a lungo termine. Saresti contenta di avere delle cosce più magre e dei tessuti che assomigliano a delle tende dell’ottocento? Credo proprio di no!

 

Circa 15 gg prima dell’intervento ti verranno richiesti una serie di esami del sangue ed altre indagini specifiche, necessarie per il trattamento anestesiologico cui dovrai sottoporti.

Che si tratti di un’anestesia locale o totale, saranno indagate la funzionalità epatica e renale, per sapere se l’organismo è in grado di metabolizzare correttamente i farmaci utilizzati durante la sedazione.

E’ necessario accertarsi che il tuo corpo possa far fronte alle situazioni che dovrai tollerare:

    • una possibile perdita di sangue;

 

    • lo stress dovuto alla perdita immediata di massa;

 

  • un rallentamento dei parametri vitali indotto dall’anestesia.

 

Il giorno dell’intervento

Pochi minuti prima dell’intervento il chirurgo verrà a disegnare in modo dettagliato l’area del corpo su cui vuole lavorare, usando un pennarello che si chiama dermografo. Gli servirà per avere una misura esatta dell’area da operare e delle procedure tecniche da adottare nel corso dell’intervento.

Preparazione: il dermografo

 

Come ti sentirai subito dopo l’intervento di liposuzione?

Salvo complicazioni, starai bene.

Il dolore che necessariamente proveresti se non ti venissero somministrati antidolorifici verrà lenito dall’uso dei farmaci adeguati.

Nell’arco di poche ore, e di pochi giorni, sarai perfettamente lucida e il dolore si attenuerà notevolmente fino a scomparire.

 

I risultati della tua liposuzione saranno permanenti?

Durante la liposuzione ti vengono tolte cellule adipose.

Quante?

In quantità necessariamente adeguata a conservare una forma ed una funzionalità corporea in linea con l’estetica ideale e con la tua morfologia.

Il risultato che ne consegue può essere assolutamente permanente.

Perché dico “può essere”?

Perché dipenderà da te renderlo permanente o meno.

Se acquisterai molto peso (oltre 8-10 kg) e non farai più nessuna attività fisica costante, devi aspettarti una regressione evidente del risultato che hai ottenuto.

 

La cosa più importante che devi sapere riguardo alla tua liposuzione.

Non a caso ho scritto ancora una volta “la TUA liposuzione”.

Si tratta di una soluzione che riguarda te, e pertanto deve essere una tua scelta consapevole.

Mi capita spesso di incontrare persone che arrivano a questa  soluzione guidate da “voci” esterne, non interne.

E’ importante che questa decisione sia frutto di una maturazione serena.

 

La liposuzione cambierà una parte del tuo corpo, ma non la tua vita.

 

Per questo, se l’intervento che stai per scegliere è stato caldeggiato da persone vicino a te, o indotto da stress mediatico, fermati e rifletti.

 

Lo fai per “qualcuno”?

 

Chi ti ama non ti amerà di più perché hai la pancia più scolpita o il sedere più piccolo.

Chi ti ama ti apprezzerà di più soprattutto in base al modo in cui TU ti offri alla comunicazione.

Tra le mie clienti ci sono donne stupende, con fisici mozzafiato, che vivono una condizione di forte disagio rispetto alla loro immagine e per questo non hanno una vita sentimentale e sessuale soddisfacente.

Si vestono come se fossero 200 kg, celano il loro corpo come se fosse un oggetto di cui vergognarsi.

Il loro partner non le amerebbe di più se avessere un sedere ancora più piccolo, ma sicuramente apprezzerebbe già ora un comportamento più morbido, incline alla femminilità e alla condivisione dell’intimità.

Il problema non dipende dalla pancia o dal sedere, ma dall’immagine di quella pancia e di quel sedere nella LORO mente.

 

Subisci lo stress dei media?

 

Una pancia più piatta o un sedere più piccolo non ti renderanno una donna di successo. Nemmeno se il tuo lavoro è legato alla tua immagine.

Le immagini che ti stanno bombardando il cervello potrebbero innanzitutto non essere realistiche, come ti ho già detto più sopra.

Le icone che tu credi essere “fonte di ispirazione” potrebbero essere semplicemente dei potenti bluff mediatici.

Investire denaro, aspettative e tempo in un intervento che deve portarti a raggiungere qualcosa di irreale non può cambiare la tua vita in meglio. Ma in peggio sì!

 

Ora hai una serie di informazioni utili per arricchire i tuoi pensieri.

Sai esattamente che la liposuzione è uno strumento eccellente per conseguire un risultato ottimale e duraturo, SE il tuo stile di vita sostiene gli esiti dell’intervento.

 

Fai la scelta giusta!

L’eccellenza non inizia in sala operatoria, ma dentro di te.

 

 

Se ti senti pronta/o per cambiare, e raggiungere l’equilibro psicofisico che da sempre ricerchi,
rivolgiti a chi ha già ottenuto risultati concreti,
sia su di sè che su tantissime altre persone.
Io posso aiutarti.
Contattami compilando il form qui sotto!
oppure scrivi a
giovannaventura@giovannaventura.com
SEI UNA MAMMA? VISITA IL MIO NUOVO SITO fitmominaction.com!

Troverai il percorso perfetto per la fase della vita che stai attraversando.

 

PER TE SUL MIO BLOG:

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo subito! Nella sezione Allenamento, troverai altre informazioni con cui arricchire le tue conoscenze!

Se senti che è arrivato anche il momento per cambiare, nella sezione Motivazione potrai trovare altre letture interessanti 😉

Se vuoi iniziare a muoverti, anche senza una palestra o attrezzi a tua disposizione, dai un’occhiata alla sezioni No excuses workouts!

Infine, se vuoi idee per un’alimentazione ricca e appagante, che diventi parte di uno stile di vita sostenibile, dai un’occhiata a G(i)usto Con Gusto 😉

 

CERCAMI SU FACEBOOK E INSTAGRAM:

 ‪#‎fitmom‬ ‪#‎fitmominaction‬ ‪#‎beyourbestforgettherest‬ ‪#‎trainwithbrain‬ #yesyoucan

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO SUBITO!