Quante volte hai già provato a dimagrire e a farlo percorrendo una strada che ti sembrava una scorciatoia?
E quante volte hai ripetuto quel tentativo, usando la medesima strada, con insensata cocciutaggine, oppure usando altre strade, perché qualcosa o qualcuno ti ha fatto pensare che non avevi ancora trovato la scorciatoia giusta?

Magari ne stai usando una proprio in questo momento, mentre leggi questo articolo, e starai pensando che stavolta hai trovato la strada che cercavi: la scorciatoia perfetta!

 

LA RICERCA DELLA SCORCIATOIA PERFETTA HA ORIGINI ANTICHE E COMUNI A TUTTI

Qualche giorno fa mi sono ritrovata a parlare di cambiamenti fisici ed atletici con una persona che ha un’esperienza profonda. È un artista marziale, uno sportivo naturale, e anche una persona che conosce in maniera granitica il concetto di sacrificio e quello di persistenza.
La persona con cui stavo affrontando questo argomento è una persona che conosco da circa 18 anni, e di cui ho visto e seguito l’evoluzione. E’ un uomo che ha maturato una consapevolezza davvero rara del proprio corpo, della disciplina e della capacità di raggiungere risultati atletici . Posso dire senza esagerazione che questa persona sta studiando “la sua strada” da una vita, da oltre 37 anni. Per tutto questo tempo, sin da quando era un bambino sovrappeso e insicuro, è stato “un’ anima in movimento”: ha attraversato ogni sorta di sperimentazione, fino a cominciare a costruire, solo recentemente, le basi su cui ergere il proprio equilibrio.

equilibrio

Come si arriva ad avere una solida consapevolezza di ciò che è necessario fare per ottenere risultati atletici, estetici, di benessere?

Si fa quello che tutti fanno: si prova, si riprova, si prova una variante, si prova un altro metodo, si torna a provare un metodo che si era provato precedentemente ma non fino in fondo, si guarda da lontano che cosa si è riusciti ad ottenere, ci si immerge nella propria realtà.

Poi ci si trova a un bivio:

  1. si raccolgono i dati che rappresentano GLI ESITI di quei tentativi, li si valuta e si capisce cosa ha funzionato, cosa no e perchè;
  2. si prova ancora, e ancora e ancora senza alcun metodo e senza alcuna razionalizzazione, vittime della ossessione legata all’obiettivo (realistico?) e dell’ossessione legata alla scorciatoia perfetta.

Parliamoci chiaro per una attimo.

Chi di noi non ha mai provato un brivido di gioia accarezzando il sogno che la dieta magica dell’ultimo grido funzioni davvero?

Chi di noi non ha mai sperato che lo scioglipancia di Wanna Marchi, l’ab-sgnaus per gli addominali scolpiti o la guaina da sudarella proposti sui canali di videocommerce potessero davvero funzionare?

 

sauna-portabile-snellente

sauna-portabile-snellente

 

sauna-tuta-snellente

sauna-tuta-snellente

 

pozione-magica-pancia

Se stai leggendo e neghi di aver mai avuto questo desiderio almeno una volta nella tua vita, con ogni probabilità ti stai mentendo!

Gli esseri umani hanno tutti in comune diverse cose, ma una spicca sulle altre: l’incapacità di sostenere la procrastinazione, che in semplicese si chiama “mancanza di pazienza”.

Tutti vogliono ottenere subito, e con il minor dolore possibile, i risultati che hanno fissato nella loro mente. Risultati, il più delle volte, fissati nella mente senza alcun criterio costruttivo. Si chiamano anche “aspettative irrealistiche”, e portano il 90% delle persone al fallimento.

Che cosa abbiamo tutti in comune quando ci perdiamo nella ricerca del miracolo?

Abbiamo tutti in comune l’investimento di energia emotiva nella ricerca della scorciatoia perfetta.

scorciatoia

scorciatoia

ECCO QUELLO CHE INVESTI NELLA RICERCA DELLA TUA SCORCIATOIA PERFETTA

Negli ultimi anni, come da sempre accade, si sono palesate all’orizzonte diverse ipotetiche scorciatoie perfette. La dieta di tizio, la dieta di caio, l’attrezzo miracoloso, le guaine in neoprene per sudare e magicamente eliminare i grassi, le lipoaspirazioni risolutive, i bypass gastrici, e la lista potrebbe continuare all’infinito o quasi.

Suppongo che tu ti stia aspettando che io passi in rassegna tutte queste diavolerie per spiegarti per quale ragione non funzionano o non hanno funzionato. Ma non è ciò che farò questa volta.

Oggi mi interessa focalizzare la tua attenzione su di te e sul dispendio di energie emotive, risorse e tempo che dedichi alla ricerca della scorciatoia perfetta.
Voglio che tu riesca in maniera tangibile e numerica a dare una valutazione spietata di quanto tempo, soldi e aspettative hai dedicato a questo progetto.

Attenzione però: non sto parlando di tentativi sensati, organizzati, strutturati con eventuali supporti tecnici ed eventuali compagni di squadra cui sbolognare la colpa. Nossignore. Sto parlando di tutte le (altre e numerose) volte in cui hai cercato proprio lei: la tua scorciatoia perfetta.

Pronti? Andiamo!

SEGUI QUESTI PASSAGGI ALLA LETTERA: 
  • Prendi un pezzo di carta e una penna.
  • Scriviti tutti i tentativi, se così li vuoi chiamare, che hai compiuto negli ultimi 5 o 10 anni -se dovessero essere 15 o 20 spingiti pure oltre – per andare alla ricerca di un metodo miracoloso, di una scorciatoia perfetta, che ti permettesse di dimagrire e raggiungere in maniera stabile l’aspetto dei tuoi sogni.
    Per aiutarti, ti suggerisco di utilizzare una sorta di schema cronologico nel quale cerchi di richiamare alla memoria gli anni esatti in cui hai fatto la tal cosa o l’altra l’altra.  Ad esempio: 2008 – “Sgnausella” – acquisto di 15 saune dimagranti – investimento economico di tot euro – risultato ottenuto in tot tempo – chili persi x – chili ripresi in tot tempo y.
  • Sviluppa questo schema cronologico associando quindi ad ogni  scorciatoia perfetta anche tutti i dati di carattere economico e ponderale che ti permettano di capire quanto hai speso, in quanto tempo, perdendo quanti kg, e riprendendo quanti kg in quanto tempo.

Lo hai fatto?  Bene!

  • Ora appoggia la penna e osserva quello che hai scritto.
  • Fermati a rileggere ogni voce del tuo elenco cronologico e ogni dettaglio relativo a ogni tentativo di scorciatoia perfetta.
  • Ora ti chiedo di fare la somma di tutto quello che hai speso in tutti i tentativi che sinora hai compiuto.
  • Poi ti chiedo anche di sommare tutto il tempo che è stato investito per raggiungere l’obiettivo che era nella tua mente. Qualsiasi fosse quell’obiettivo, che come abbiamo già detto, molto probabilmente nasceva senza le caratteristiche necessarie per renderlo un obiettivo realistico ovvero raggiungibile, ma di questo parleremo altrove.

Fatto anche questo? Bene!

  • Ora fermati a riflettere: quanti soldi hai speso e quanto tempo hai investito per cercare una scorciatoia perfetta che ti permettesse di raggiungere l’obiettivo che era nella tua mente, senza la fatica, senza il sacrificio, senza l’impegno che sono connaturati e peculiari per il raggiungimento di qualsiasi obiettivo? Quando dico qualsiasi, intende qualsiasi: che si tratti di peso da perdere, di peso da prendere, di un avanzamento di carriera, di un miglioramento di una relazione personale, di una crescita personale, sempre si tratta di un obiettivo che richiederà inesorabilmente impegno dedizione e fatica.

 

persistenza

persistenza

Quando, qualche giorno fa, mi sono fermata a parlare con l’artista marziale che ti dicevo all’inizio di questo articolo, osservavamo la folla di persone che, come ogni anno, in questo periodo si prodigano nel tentativo di avere nel minor tempo possibile il maggior risultato possibile, dove la parola “risultato” è sempre da riferirsi a ciò che nella loro mente rappresenta un obiettivo: “dimagrire in fretta e tantissimo!”.

Ecco quello che mi ha colpito veramente e che mi ha fatto riflettere.

La persona che avevo davanti, consapevole dei suoi trascorsi e del suo ben diverso presente, mi ha guardato dritto negli occhi e mi ha detto con un misto di amarezza e di consapevolezza:

“Io so che cosa stanno cercando. Stanno cercando la scorciatoia. E mi rendo conto solo adesso, dopo tutti gli anni che ho passato immerso nella ricerca di risultati che non arrivavano, che prima arriveranno a capire che la scorciatoia non esiste e prima arriveranno a conquistare quei risultati che in questo momento non riescono nemmeno a sognare. Se lo facessero e dedicassero la stessa perseveranza al compiere azioni utili, ora sarebbero già come desiderano essere da sempre!”.

 

ORA TOCCA A TE. SEI AL TUO BIVIO.

Hai guardato quanti soldi ha investito, quanto tempo hai profuso nella ricerca della scorciatoia perfetta?

Siediti e prenditi qualche minuto per riflettere.

Se tu avessi dedicato lo stesso tempo, le stesse energie e lo stesso denaro, per creare un percorso progressivo, strutturato, sensato, tagliato sulle tue caratteristiche, organizzato sul principio di realtà che regola la tua vita, dove saresti oggi?

Pensi che oggi quei risultati sarebbero già tuoi?

Ho fatto questa domanda a molte delle persone che aiuto, e la gran parte di loro mi ha risposto, con evidente struggimento, “sì!”.

Una ragazza che seguo mi ha colpito molto, e mi ha detto:

“Se diversi anni fa qualcuno mi avesse spiegato in termini tangibili e comprensibili che i risultati che andavo cercando erano irrealistici, c’è la possibilità che non mi sarei distrutta e massacrata il corpo come invece poi è successo, usando espedienti di ogni tipo senza successo duraturo, passando ogni volta ad un livello peggiore invece che migliore.”

La ragazza in questione è una bellissima ragazza che oggi deve combattere con 30 chili di sovrappeso, conquistati attraverso delle scorciatoie perfette che si è cercata e che ha applicato, come spesso accade, alla ricerca di obiettivi troppo lontani dalla sua realtà.

Cosa puoi fare tu, invece?

Rileggiti questo articolo.

Dedicati 10 minuti di riflessione e chiediti davvero se vale la pena continuare a cercare la scorciatoia perfetta attraverso pillole magiche, workout miracolosi e diete metafisiche, o se è arrivato il momenti di assumerti la responsabilità di un cambiamento che richiede i soliti ingredienti magici: scelta, metodo, dedizione.

Riguarda la lista di quanto hai investito in termini di tempo, denaro ed aspettative sino ad oggi: quanto è stato costoso cercare scorciatoie perfette e risultati irrealistici?

Chiediti come sarebbe andata se avessi accettato di seguire la strada tradizionale, quella che riguarda ogni ambito della vita, e che necessita dell’impegno, del sacrificio, della costanza e della persistenza necessari in ogni altro ambito.

Chiediti se, ORA, CON QUESTE CONSAPEVOLEZZE, vuoi inserire un altro elemento nel tuo elenco cronologico, o se invece vuoi che oggi sia il giorno in cui cambierai sistema di riferimento.

Oggi può diventare il giorno in cui le scorciatoie perfette vengono abbandonate e la strada che porta al successo viene intrapresa.

Il bivio è davanti a te, e ora sai dove ti porta l’una o l’altra strada.

scioglipancia

scioglipancia

equilibrio

equilibrio

 

Se ti senti pronta/o per il salto,
rivolgiti a chi ha già ottenuto risultati concreti,
sia su di sè che su tantissime altre persone.
Io posso aiutarti.
Contattami compilando il form qui sotto!
oppure scrivi a
giovannaventura@giovannaventura.com
PER TE SUL MIO BLOG:

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo subito! Nella sezione Allenamento, troverai altre informazioni con cui arricchire le tue conoscenze!

Se senti che è arrivato anche il momento per cambiare, nella sezione Motivazione potrai trovare altre letture interessanti 😉

Se vuoi iniziare a muoverti, anche senza una palestra o attrezzi a tua disposizione, dai un’occhiata alla sezioni No excuses workouts!

Infine, se vuoi idee per un’alimentazione ricca e appagante, che diventi parte di uno stile di vita sostenibile, dai un’occhiata a G(i)usto Con Gusto 😉

CERCAMI SU FACEBOOK E INSTAGRAM:

 ‪#‎fitmom‬ ‪#‎fitmominaction‬ ‪#‎beyourbestforgettherest‬ ‪#‎trainwithbrain‬ #yesyoucan

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO SUBITO!