Come vedi non ho scritto “elimina la cellulite”. No. Non l’ho scritto, perché la cellulite non si può eliminare. Tutte le persone che ti raccontano di poterla eliminare, senza ricorrere a farmaci e/o soluzioni chirurgiche, ti stanno mentendo.

E non è detto, anche in quel caso, che la si possa eliminare. La predisposizione genetica che porta ad avere la cellulite può essere fortemente arginata, ma non eliminata. Ne ho parlato a lungo in QUESTO ARTICOLO, anche in QUESTO e pure in QUESTO. Quindi qui non aggiungo nulla.

Se da sempre combatti con il problema della cellulite, ti posso garantire che hai un ampio margine di miglioramento, a livelli che nemmeno immagini. Ma che tu possa aspettarti di avere (magari senza fatica) tessuti lisci e compatti come il marmo del David di Michelangelo (che non a caso è MASCHIO), no: non-è-possibile.

Le donne che hanno una predisposizione alla panniculopatia possono avere fisici meravigliosi, e devono sicuramente impegnarsi molto, quotidianamente, per averli. Anche a fronte di grandi risultati, ci possono essere situazioni che fungono da causa scatenante e che comportano una regressione: ad esempio l’aumento di peso, una condizione straordinaria in cui aumenti la ritenzione, momenti in cui lo stress della tua vita sia più alto.

Ecco. Ci siamo tolti il dente del “miracolo impossibile”.

Se ti sei messa il cuore in pace riguardo all’idea di avere le cosce photoshoppate dell’ultima modella che hai visto su instagram, possiamo proseguire e parlare di cose utili.

 

Cosa puoi fare davvero

1 – Dimagrisci!

Lo so, ti hanno raccontato che la cellulite e il sovrappeso sono due cose diverse, e in senso lato questa affermazione è vera, ma non lo è in senso assoluto. Ci sono tantissime donne che sono normopeso, da un punto di vista strettamente medico, ma che hanno le classiche culotte de cheval oppure cosce molto abbondanti e parte superiore molto magra. Per quale ragione a queste donne non viene detto di dimagrire? Perché, come fisiologia vuole, se dimagrissero comincerebbero perdendo grasso prima dove ne hanno poco,e solo dopo dove invece ne hanno di più. Quindi? Quindi, come potresti aver intuito, si tratta semplicemente di aver pazienza e andare AVANTI. La fase in cui le braccia diventano più magre e la pancia ancora più piatta è destinata ad essere seguita da una fase in cui anche le cosce e il sedere perderanno grasso. Nota importante: il dimagrimento è soltanto uno dei punti da prendere in considerazione, e capirai tra poco perché non è risolutivo e bastante.

Prima/Dopo – Fronte

Prima/Dopo – Retro

Questa donna era evidentemente magra sopra e non sotto: il dimagrimento ha stravolto la sua struttura ginoide rendendola armonica e proporzionata. Le foto ritraggono gli esiti della sua prima parte di percorso insieme a me: i tessuti dei glutei sono rilassati e mostrano quella che è FALSA cellulite, ovvero un insieme di avvallamenti che derivano da poca densità dei tessuti – i punti 2 e 3 ti diranno di più a riguardo 😉

 

2 – Allenati coi pesi.

Ma tanti, tanti tanti! So che spesso nell’universo del web, e da molte parti nell’universo dello scambio da bar, si racconta che i pesi “ti ingrossino”. Invece, l’unico metallo che può ingrossare il tuo corpo è quello della forchetta! Allenarsi coi pesi stimola gli ormoni che costruiscono i muscoli e anche gli ormoni che aiutano il consumo di grassi. Quindi, la prima cosa importante che ti succederà facendo pesi, è quella di dimagrire più velocemente.

Allenati con i pesi!

Faccio allenamento coi pesi 3-4 volte a settimana e come vedi non sono Hulk, ma la mia composizione corporea è molto buona e ho poco grasso corporeo.

3 – Allenati coi pesi.

No non mi sono sbagliata. Questo è il punto 3, non il punto 2. Allenati coi pesi anche per costruire le linee del corpo e per decidere dove aumentare gli spessori. Se sei la classica donna ginoide, con parte superiore striminzita e parte inferiore abbondante, i pesi ti serviranno per costruire spalle più ampie e per creare un sedere più alto e pieno. Guarda QUI, le mie schede basate sul bodytype, per capire che chiunque può iniziare col piede giusto e con strumenti efficaci, ANCHE da principiante puoi ottenere ottimi risultati. Prendi in considerazione il pensiero che, alcuni degli avvallamenti che tu giudichi dovuti alla cellulite, siano in realtà dovuti a una lassità dei tessuti. Soltanto costruendo il muscolo sottostante quei tessuti saranno pieni e diventeranno lisci! 

Caso di successo con il metodo Train With Brain.

Questa donna aveva già un fisico molto armonioso, ma in un anno i pesi hanno stravolto la sua linea e i suoi tessuti.

4 – Costruisci nuove abitudini alimentari.

Se sei dimagrita, se stai dimagrendo, se vuoi dimagrire, devi in ogni caso trasformare la tua attuale alimentazione in qualcosa di diverso. Quel “qualcosa di diverso” non può essere una condizione momentanea, che ti riporta poi a fare quello che facevi prima, Ma devi diventare un’abitudine permanente. Uno dei punti più complessi che affronto quotidianamente con i miei clienti riguarda proprio questo. Tutti mi dicono di essere pronti, prontissimi, super pronti a cambiare. Poi, quando metto davanti ai loro occhi la necessità di mangiare in modo diverso o molto diverso dal modo a cui erano abituati, improvvisamente subentrano perplessità, resistenze, persino rifiuti categorici. Mi dispiace. La strada è una sola. Se fai quello che fai ora, resti come ora, se cambi strategia, cambia tutto il resto!

Costruisci nuove abitudini alimentari.

5 – Muoviti ogni ora.

Ho scritto muoviti, non “allenati”! Se fai un lavoro sedentario, passi la maggior parte del tuo tempo in una posizione passiva, per lo più seduta. Muoversi ogni ora ti permette di rimettere in moto la pompa che va dal centro del piede al cuore, passando attraverso l’importantissima muscolatura del polpaccio, delle cosce, dei glutei, dell’addome. Basta veramente poco. Alzati in piedi, cammina per un minuto o poco più. Se sei in un ufficio, puoi comunque fare piccoli grandi cose! Sali 20 volte sulle punte dei piedi attivando per bene la muscolatura dei polpacci. Fai 10 squat e porta le ginocchia al petto, alternandole, per 20 volte. Se non è il caso di farli alla scrivania, vai in bagno. Rimetti in moto tutta la circolazione!

Muoviti ogni ora.

Se ne hai la possibilità, perché le condizioni del tuo lavoro te lo permettono, puoi dedicare quel minuto o quei 5 minuti a fare veri e propri esercizi specifici. Magari puoi prendere un breve pausa, uscire e fare una rampa di scale, 2 gradini alla volta, come faccio io. 

6 – Limita l’attività aerobica.

Anche stavolta non mi sono sbagliata. Ho proprio scritto limita. La convenzione comune è che l’attività cardiovascolare, “che fa consumare tantissimo”, “che fa benissimo”, sia la strada giusta per perdere grasso e per migliorare tutte le situazioni di ritenzione idrica. Sbagliato. Non è così! Qualunque attività ricorsiva e di lunga durata stimola la produzione del cortisolo, l’ormone nemico per eccellenza della cellulite. Ora ti farò un esempio veramente banale. Il cortisolo agisce in maniera straordinariamente utile alla conservazione della tua salute. Funziona come il liquido di raffreddamento del motore dell’auto. Se il motore è surriscaldato, lo circonda di liquidi per abbassarne la temperatura. Quindi, quella sensazione di gonfiore che avverti alle gambe, intorno agli occhi, alle mani, in alcuni casi, è uno straordinario sistema di protezione a cui dovresti essere grata. E invece ti fa incazzare come un puma! Perché, dopo che hai corso per un’ora, tutti i giorni, ogni mattina, svegliandoti all’alba, sei pure gonfia??? Esatto. Non ti viene voglia di farti qualche domanda? Il modo più utile di inserire l’attività aerobica nelle tue routine di allenamento è quello di limitarla a sessioni di mezz’ora e di cercare di fare sforzi molto intensi ed eventualmente ancora più brevi.

Limita l’attività aerobica.

Corro per piacere, per svuotare la mente e vedere bei panorami, non più di 2 volte a settimana. Lo faccio cercando di dare il mio massimo e per tempi sempre inferiori ai 60′.

7 – Bevi almeno 2,5 litri d’acqua al giorno.

Questo lo aspettavi vero? Ti sembrava strano che non ti avessi ancora detto di bere tantissimo? Voglio però darti una spiegazione importante del perché questo sia utile. Il tuo corpo non è una centrale idroelettrica, che “tanto bevi quanto pisci”. Non esattamente. Il tuo corpo è un organismo complesso, che quell’acqua la deve utilizzare per fare un sacco di cose. Da adulti, siamo fatti di acqua per oltre il 75% del nostro peso corporeo. Il sangue, i visceri, i tessuti, la sudorazione, tutti gli orifizi che presentano un’umettazione hanno bisogno di acqua. Non ultimo, visto che si parla di cellulite, il nostro intestino, che per permetterci di avere una regolarità rispetto alla nostra pupù ha bisogno che le feci assorbano liquidi. Che cosa te ne fai di un litro d’acqua al giorno? Nulla. Perché, soltanto per la sudorazione di cui non sei consapevole, la perspiratio insensibilis, serve circa un litro e mezzo al giorno. Un buon modo per mantenere l’idratazione ideale passa attraverso l’assunzione quotidiana di acqua, tisane, verdure, frutta. Quanto più la tua alimentazione sarà ricca di vegetali acqua, tanto più sarà facile che le tue funzioni intestinali siano corrette e la tua capacità di avere una circolazione linfatica adeguata sia intatta.

Bevi almeno 2,5 litri d’acqua al giorno.

Metti un po’di limone nell’acqua e sarà più facile berne tanta 😉

8 – Lascia stare la scheda che ha miracolato la tua amica.

“Se a lei ha fatto tanto bene, allora lo farà anche a me!”. No, perché tu sei tu. E non solo da un punto di vista fisico, ma SOPRATTUTTO da un punto di vista emotivo e comportamentale. Utilizzo protocolli di lavoro – ovvero format metodologici con precise “regole” – che sono perfetti per persone che hanno lo stesso problema ma aspetti molto diversi: magari una deve perdere 5 chili e un’altra 25. Tuttavia, ciò che rende un format adeguato è anche e soprattutto la personalità di chi lo deve seguire.  Quindi, oltre ad avere lo stesso problema anche se in “scala 5 e 25”, 2 persone che seguono un medesimo protocollo DEVONO avere altre affinità emozionali e comportamentali, aspetti che dall’interno nessuno di noi può cogliere davvero. Ecco perché non è un problema di esercizio magico o di scheda magica, ma di “chi sei e cosa ti serve”. Per quanto tu sia convinta di conoscerti, solo un tecnico esterno può vedere cose che tu non vedi e capire cosa ti serve. Lascia che sia chi ha una visione informata a scegliere per te ciò che serve a te.

Lascia stare la scheda che ha miracolato la tua amica.

Essere simili non significa avere le stesse risorse.

9 – Lascia stare il beverone magico.

Se fosse magico, perché ci sarebbero tante donne che hanno ancora la cellulite??? Non aggiungo altro.

 

Ecco come mi sento quando mi parlano del beverone magico!

Ecco come mi sento quando mi parlano di queste scorciatoie!

10 – Agisci!

Ultimo ma primo per importanza. Mo’ che hai letto questo papiro, sei animata da grandi intenzioni vero? Ecco, domattina cosa FARAI? Quale AZIONE compirai per prima? E sì, perché se già domani dirai “inizio lunedì prossimo” andiamo malino. Senza azione nessuna intenzione crea risultati. Scrivilo, tatualo, fai quel che ti pare: basta che ti sia chiaro, e che tu FACCIA!

Action!

 

Tutto chiaro? Sì? 

Allora alzati e inizia a combattere la cellulite ora, partendo dalla mossa 5,  ADESSO 😉

Se ti senti pronta/o per cambiare,
e raggiungere l’equilibro psicofisico
che da sempre ricerchi,
rivolgiti a chi ha già ottenuto risultati concreti,
sia su di sè che su tantissime altre persone.
Io posso aiutarti.
Contattami compilando il form qui sotto!
oppure scrivi a
giovannaventura@giovannaventura.com
PER TE SUL MIO BLOG:

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo subito! Nella sezione Allenamento, troverai altre informazioni con cui arricchire le tue conoscenze!

Se senti che è arrivato anche il momento per cambiare, nella sezione Motivazione potrai trovare altre letture interessanti 😉

Se vuoi iniziare a muoverti, anche senza una palestra o attrezzi a tua disposizione, dai un’occhiata alla sezioni No excuses workouts!

Infine, se vuoi idee per un’alimentazione ricca e appagante, che diventi parte di uno stile di vita sostenibile, dai un’occhiata a G(i)usto Con Gusto 😉

CERCAMI SU FACEBOOK E INSTAGRAM:

 ‪#‎fitmom‬ ‪#‎fitmominaction‬ ‪#‎beyourbestforgettherest‬ ‪#‎trainwithbrain‬ #yesyoucan

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO SUBITO!