Tempo di lettura: 8 minuti.

Questo articolo chiude la trilogia dedicata al tema dell’autostima. Se hai perso le parti precedenti le puoi facilmente ritrovare: questa è la PRIMA – dedicata alle origini dell’autostima – e questa è la SECONDA – dedicata ai meccanismi di compensazione che mettiamo in atto quando abbiamo una bassa considerazione di noi stessi. Ma le azione spontanee che nascono dal nostro bisogno, il più delle volte, portano risultati ambivalenti: ecco perché è bene rendersene conto e indirizzarsi su scelte più costruttive. Vediamo quali.

 

CIO’ CHE FAI. COME LO FAI, PER CHI LO FAI.

Che cosa succederebbe se tu prendessi degli impegni e li mantenessi? Che cosa succederebbe se tu facessi “fino in fondo” qualcosa che hai iniziato tante volte e mai completato? Ed in particolare, che cosa succederebbe se queste azioni non fossero rivolte a qualcun altro, ma  solo a TE?

Ora ti rifaccio la domanda. Che cosa succederebbe se tu prendessi QUEL TIPO di impegni e li mantenessi?

Succederebbe che il tuo cervello riceverebbe delle conferme determinate della coerenza tra ciò che dice di voler fare, ciò che fa per raggiungere quell’obiettivo e ciò che ottiene come risultato. Non ci sarebbero giudici esterni a valutare/demolire il tuo operato, ma solo fatti: azioni non compiute –> e risultati mancati, OPPURE azioni compiute –> e risultati ottenuti.

OBIETTIVI (IR)REALISTICI

A questo punto sembra già tutto relativamente semplice no? E invece no, perché i mezzi con cui ci auto-sabotiamo per mantenere inalterata quella che crediamo essere “la nostra identità” sono potentissimi.

Moltissime persone che hanno una bassa autostima alimentano quella stessa condizione ponendosi obiettivi altissimi:  raggiungerli sarebbe un modo eccellente per dimostrare un valore assoluto e immenso. MA rispetto a cosa? Rispetto alla perfezione interiorizzata e irraggiungibile costruita in passato (mi sa che devi leggere il PRIMO ARTICOLO per capire bene). Così, chi va fiero delle frasi “Io ho solo standard altissimi!” in realtà alimenta un circolo vizioso tutt’altro che eccellente.  Le formule magiche “Non mi accontento mai!” ,”Pretendo solo il massimo da me stesso/me stessa” ,“Mi accontento solo dell’eccellenza” di fatto producono un incantesimo straordinario: consolidano il senso di inadeguatezza che alimenta l’autostima bassa.

Vivere inseguendo una perfezione irraggiungibile è logorante: può disgregarti profondamente.

Questi esempi sono anonimi e autentici.

  1. Donna sovrappeso. Deve perdere 45 kg per raggiungere una condizione normopeso entro parametri di salute. Decide di fare la dieta xy&z, e di perdere 10 kg al mese. Dopo due mesi non ha perso nemmeno un chilo, ma ne ha guadagnati due.
  2. Uomo sedentario. Lavoro sedentario, vita sportiva assente, attitudine al movimento scarsa. Decide di fare la maratona di New York e di prepararsi in sei mesi. Dopo due mesi smette di fare qualunque attività fisica, sopraffatto dai problemi alle ginocchia.
  3. Donna normopeso. Di bell’aspetto. Attiva. Ha una struttura morbida, una costituzione ginoide, con fianchi ampli e femminili. Si ammazza di sport, cercando di diventare come le donne androgine, dai fianchi stretti, che secondo lei sono il prototipo di donna da cui è attratto il marito.

Ti ho fatto solo tre esempi. Potrei farne anche in questo caso migliaia. Come vedi, si tratta in tutti e tre i casi di obiettivi irrealistici. Sovradimensionati. Altissimi e irraggiungibili, che se mai venissero raggiunti determinerebbero il passaggio dalla condizione di umano normale a quella di supereroe. Ma per chi? Per l’immagine interiore, perfetta, che deve venire raggiunta, per dare un valore a chi la insegue.

Per chi stai facendo tutto ciò che fai?

COSA PUO’ REALMENTE ELEVARE LA TUA AUTOSTIMA A LUNGO TERMINE?

Puoi costruire la tua autostima quotidianamente. Facendo azioni  piccole, preziose, molto importanti, anche se meno eclatanti agli occhi di coloro che scegli come giudici, prima fra tutti l’immagine di perfezione che è installata nel tuo cervello.

Per l’ennesima volta, una bella lista di esempi ti aiuterà.

  • Scegliere solo tre task dalla tua infinita to do list, e completarli.
  • Rispettare l’orario di un appuntamento.
  • Stabilire che cosa mangiare quel giorno, per seguire un regime alimentare salutare,  e farlo.
  • Mettere in agenda uno spazio per te, solo per te, e prendertelo, esattamente quando hai deciso di farlo, esattamente per il tempo che hai deciso di dedicarti.
  • Darti l’obiettivo di perdere 2 kg in un mese, e perderli sul serio.
  • Decidere di dedicare 20 minuti del tuo tempo a qualcuno che ha bisogno di aiuto, e concederglielo davvero.
  • Imparare una cosa nuova ogni mese – cucinare un piatto/leggere un libro/esplorare un parco/ecc…

Rifacciamo il gioco di prima.

Che cosa hanno in comune tutte queste cose? La coerenza. Una parola tanto semplice quanto profonda.

La tua autostima viene alimentata esponenzialmente ogni volta che dimostri a te stesso o a te stessa che sei in grado di fare ciò che hai detto, ciò che hai programmato, ciò che ti sei prefisso come obiettivo. Ecco perché è così importante darsi obiettivi realistici. Tutte le persone che hanno una bassa autostima, tendono a darsi obiettivi sovradimensionati per poter colmare il gap che sentono al loro interno. Il gap tra chi sentono di essere e l’immagine di perfezione astratta che hanno nel cervello. Come se, consapevolmente o inconsapevolmente, fare qualcosa di straordinario e di incredibile potesse, in un sol colpo, spazzar via un problema. In realtà questa è una spirale senza fondo, il modo migliore con cui alimentare all’infinito quella bassa autostima che si sta combattendo.

5 PRINCIPI EFFICACI E APPLICABILI DA SUBITO

Non esistono formule magiche, ma mi sento di poter dire senza ombra di dubbio che le azioni utili per la tua autostima hanno tre caratteristiche evidenti:

  • partono autenticamente da te, senza essere fomentate da nessun altro;
  • hanno l’obiettivo di gratificare te, primariamente e/o esclusivamente;
  • tengono conto dell’eventuale disapprovazione degli altri e la accettano come dato neutro e possibile, senza che questo ti trattenga dal compierle.

Semaforo verde solo per tutto ciò che ti aiuta davvero.

Quindi, cosa puoi fare subito?

  1. Datti sempre obiettivi realistici.
  2. Perseguili come impegni che hai con te stesso o con te stessa, con nessun altro!
  3. Fai tutte le azioni che sono necessarie per portarti dalla tua condizione di partenza a quella di arrivo, nella quale quell’obiettivo sarà raggiunto.
  4. Prendi atto della coerenza che hai dimostrato tra intenzioni e azioni.
  5. Celebra il tuo successo personale! Il giudice più difficile che dovevi convincere sei tu, le tue lodi verso il tuo operato sono ciò che stavi cercando.

Questo articolo è stato scritto con tanto cuore. È stato scritto per le troppe persone che soffrono, che incontro quotidianamente, che supporto nella ricerca della loro felicità. Ora che hai letto questo articolo, probabilmente ti sarà più chiaro il contenuto di un aforisma molto noto, troppo sintetico per essere anche esplicativo, ma incredibilmente vero:

“La felicità è dentro di te.”

 

 

Se la tua autostima è bassa, puoi cambiarla
e raggiungere l’equilibro psicofisico
che da sempre ricerchi!
Rivolgiti a chi ha già ottenuto risultati concreti,
sia su di sè che su tantissime altre persone.
Io posso aiutarti.
Contattami compilando il form qui sotto!
oppure scrivi a
giovannaventura@giovannaventura.com
PER TE SUL MIO BLOG:

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo subito! Nella sezione Allenamento, troverai altre informazioni con cui arricchire le tue conoscenze!

Se senti che è arrivato anche il momento per cambiare, nella sezione Motivazione potrai trovare altre letture interessanti 😉

Se vuoi iniziare a muoverti, anche senza una palestra o attrezzi a tua disposizione, dai un’occhiata alla sezioni No excuses workouts!

Infine, se vuoi idee per un’alimentazione ricca e appagante, che diventi parte di uno stile di vita sostenibile, dai un’occhiata a G(i)usto Con Gusto 😉

SEI MAMMA? 
GUARDA IL MIO SITO DEDICATO AL MONDO DELLA MATERNITÀ, fitmominaction.com:

Fitmominaction è un programma di allenamento e crescita personale, è la tua chiave per diventare la donna e la mamma che vuoi essere.

 

CERCAMI SU FACEBOOK E INSTAGRAM:

 ‪#‎fitmom‬ ‪#‎fitmominaction‬ ‪#‎beyourbestforgettherest‬ ‪#‎trainwithbrain‬ #yesyoucan

 

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO? CONDIVIDILO SUBITO!